Tu sei qui

ERASMUS MILES AL PRINCIPE UMBERTO

Dal 24 al 27 Settembre 2019 il nostro Liceo, nel corso della 4 mobilità prevista dal progetto Erasmus Miles (Movement Improves Learning Experience in Schools), ha ospitato 30 alunni, 5 docenti di scienze motorie, i coordinatori del progetto, Prof. Olivares (Main coordinator-Spain), Duarte-Duarte (Portogallo), Pia Bakke (Finlandia), Christo Lemmers (Germania), Murat Degirmeneci (Turchia), il Preside dell’European School Of Barcelona, Mr. Mike Barret, tutti provenienti dalla Finlandia, Germania, Portogallo, Spagna e Turchia, i 5 paesi impegnati in tale attività, insieme alle classi del nostro istituto, 3D/L (classe sperimentale) e 3E/L (classe di controllo), all’interno delle quali sono stati somministrati test motori e psicologici.

Il prof Coco, in qualità di coordinatore, durante l’apertura dei lavori, ha sottolineato come scopo principale dell’ Erasmus Miles, sia quale “incentivare”, in ogni discente, attraverso la metodologia delle pause attive in classe, (Brain breaks), l’attività fisica quotidiana e la cura per l’educazione alimentare, aspetti che contribuiscono a migliorare, in primis, la salute fisica e mentale degli studenti, in particolar modo quelli con diagnosi di disturbi dell’attenzione, quindi dell’intera comunità scolastica, genitori e insegnanti compresi.

Gli studenti “protagonisti” di tale iniziativa, durante il periodo di svolgimento della mobilità, hanno svolto, presso il Parco Avventure di Monte Vetore, attività motorie e coordinative di Brainstorming funzionali alla definizione di “recess”, un breve periodo in cui un gruppo di persone-studenti sono esonerati dai loro doveri. Strumenti essenziali sono stati i cardiofrequenzimetri, volti a valutare le performance di ogni studente, in merito alla valutazione della frequenza cardiaca e della soglia aerobica. Tali attività motorie, secondo la finalità del progetto, hanno lo scopo di fondersi con quelle sensoriali in modo che ogni ragazzo possa ottenere benefici salutari a livello fisico, sociale e cognitivo. Tutti gli alunni, nel corso di queste intense giornate, hanno anche formato squadre con partecipanti di diverse nazioni con tornei di pallavolo e tennis tavolo, realizzando, alla fine del percorso, oggetti multimediali, che sviluppino, in ciascuno di loro, l’autonomia fisica e relazionale attraverso la conoscenza di realtà scolastiche e culturali diverse da paese a paese.

Un ringraziamento agli insegnanti che hanno contribuito a rendere questa mobilità efficace, la prof.ssa Calabrese Marinella, psicologa del progetto, la prof.ssa La Ferla Claudia, curatrice etwinning, la prof.ssa Puleo Stefania, docente di scienze motorie della classe di controllo, il prof. Greco Carmelo ed il prof. Coco Valentino, organizzatore della riunione transnazionale (TM), funzionale alla pianificazione delle attività da svolgere nel prossimo anno scolastico.

A fine lavori la Dirigente scolastica, prof.ssa Raciti, ha evidenziato come la compartecipazione a progetti europei di tal fatta sia senz’altro una risorsa aggiuntiva e valoriale che si integra nel progetto educativo e formativo degli studenti tutti, italiani e stranieri del nostro Liceo che ha, così, costruito e realizzato un ambiente di apprendimento in cui la possibilità di comprendere in modo attivo, costruttivo, intenzionale, autentico e collaborativo, non rimane una teoria ma si declina in una realtà vissuta.

 

Marina Romano

Daniela Longo

 

 

2019

Torna alla pagina Eventi, Avvisi e News

Erasmus pluslogo EsaBac