Tu sei qui

WOMEN IN STEM!

Tre donne, tre ricercatrici catanesi del CNR hanno messo la loro scienza a “disposizione” degli studenti e delle studentesse del Liceo Scientifico Principe Umberto di Catania in un seminario sul ruolo della donna nella ricerca scientifica all’interno di un progetto più ampio, Scienza e tecnologia per le giovani per far conoscere le STEM nelle scuole.

STEM è l’ acronimo inglese di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica che recentemente promuove il coinvolgimento delle donne in tali ambiti. Sensibilizzare la comunità scientifica e non alla valorizzazione della donna come scienziata è una missione comune del CNR (Consiglio Nazionale della Ricerca) e della IMM ( Institute for Microeletronics and Microsystems) .

“Proprio nell’ International Day of women and girls in science celebrata l’11 febbraio,- ha sottolineato la dott.ssa Rosaria Puglisi, ricercatrice del CNR nonché responsabile e coordinatrice del progetto - si calcola ancora una percentuale del 30% di donne scienziate e del 35% di donne nello STEM”. Tante le donne che hanno fatto la storia della scienza nel mondo alcune note a tutti, altre note ai più, dal Nobel per la Medicina Rita Levi Montalcini alla ingegnere che elaborò il codice del progetto Apollo nel 1969 Margaret Hamilton.

Tra teoria e prassi il seminario ha visto, inoltre, gli interventi delle dott.sse Stefania Privitera e Marilena Vivona, ricercatrici catanesi del CNR, che hanno raccontato agli studenti la loro esperienza di scienziate impegnate nella ricerca sull’impiego del carburo di silicio come materiale da sfruttare in ambito fotovoltaico, nei trasporti per una maggiore efficienza energetica, e nella evoluzione della memoria, da quella fissata attraverso il cartaceo, alla memoria magnetica dell’hard disk, per giungere alla memoria di ultima generazione che imita i meccanismi del cervello con l’intelligenza artificiale.

Un invito, una preziosa testimonianza, tutta al femminile, per i nostri giovani e per le nostre giovani che sognano di poter realizzare anche loro una mission, dunque, non impossibile, ovvero progettare, formare e diffondere il sapere su tutti i fronti, in tutti gli ambiti della conoscenza fornendo quel benessere mentale che solo è frutto di intelligenza, cultura ed evoluzione.

 

Daniela Longo

Marina Romano

 

 

2020

Torna alla pagina Eventi, Avvisi e News

Erasmus pluslogo EsaBac